Nasce ad Alessandria nel 1978, dove vive e lavora. Fra i maggiori esponenti del Post-graffitismo in Italia, inizia la sua carriera artistica nei primi anni Novanta dopo un viaggio a Ginevra durante il quale scopre i suoi primi graffiti e inizia a studiare le forme con cui le lettere vengono rappresentate sui muri delle città. Nel 1997 si trasferisce a Milano, dove si laurea in Disegno industriale e viene in contatto con le avanguardie di inizio XX secolo. La scoperta approfondita dei grandi artisti del recente passato lo porta a cambiare il suo nome e la sua cifra stilistica. Alla fine degli anni Novanta le sue grandi forme colorate iniziano ad apparire nelle strade di Milano, Berlino, Londra, New York e Parigi. Invitato all’esposizione Nusign 2.4 a Parigi nel 2004, mostra dedicata al nuovo graffitismo europeo, e a dipingere all’Arsenale con J.R. e Daim (durante la Biennale di Venezia del 2007), nel 2008 è a Los Angeles per Nomadaz presso lo Scion Space. Oltre al “muralismo” si cimenta anche con sculture, suoni, dipinti e installazioni in decine di mostre personali e collettive, continuando però la sua personale ricerca su forma e colore. Nel 2014 partecipa alla biennale di arte urbana di Mosca Artmossphere e nel gennaio 2015 prende parte alla grande collettiva Mapping the City curata da Rafael Schacter alla Somerset House di Londra.
Attivo fra gallerie private, spazi pubblici e i muri delle città a gennaio 2017 ha realizzato New Ice Age, nuova, importante, mostra personale ospitata negli spazi della Galerie Slika di Lione in Francia.

Sito personale dell’artista: www.108nero.com

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci